LAOS FEST

La storia, le origini...

Laos Fest è il festival in cui la passione per la musica si associa alla scoperta e alla valorizzazione del territorio.

Perchè il nome Laos?

“Laos era un’antica città greca, importante colonia di Sibari. Situata nel territorio di Santa Maria del Cedro, vicino al mare, nella zona nota come “Riviera dei Cedri” dove sono stati rinvenuti i resti dell’antico insediamento greco, adiacente a Scalea.

Il Laos Fest nasce dall’iniziativa di un gruppo di giovani nel 2003, anno della prima edizione. L’intento era quello di promuovere gruppi emergenti locali al fianco di musicisti già affermati del panorama nazionale, con questa filosofia il Laos Fest ha ospitato tra il 2003 e il 2006 diversi artisti, tra questi: O’ Zulù (frontman dei 99 Posse) con il progetto Al Mukawama, i 24 Grana, Bisca, i Kalamu.

I concerti erano organizzati dall’Associazione L’Altra Casa – con il patrocinio del Comune di Scalea e della provincia di Cosenza – nella cornice suggestiva del lungomare Ruggero di Lauria, vicino la spiaggia e con in sfondo la Torre Talao, simbolo di Scalea.

Nel 2021, durante la pandemia, su impulso dell’associazione Levante e in collaborazione con il gruppo Music Labs, si è deciso di riproporre il festival dopo 15 anni dall’ultima edizione. La musica dal vivo torna protagonista in due posti più incantevoli di Scalea, Villa Giordanelli e Piazza Spinelli con la stessa formula del passato: la promozione di musicisti emergenti affiancati da headliner nazionali.

Torna su